Alluvione - Rischio Idraulico

Cos'è il rischio idraulico?

Per rischio idraulico si intende la probabilità di subire conseguenze dannose a seguito dell’esondazione di un corso d’acqua.

Tale fenomeno si può verificare generalmente secondo due modalità:

- per tracimazione, quando gli argini del corso d’acqua non sono in grado di contenere l’onda di piena in arrivo;

- per rottura arginale, quando si verifica un cedimento più o meno esteso del corpo arginale, in seguito al verificarsi di un evento di piena.

Cosa fare quando il tempo è bello?

  • Verifica se la zona dove vivi, lavori o vai a scuola è a rischio d’inondazione;

  • Visita questa pagina per sapere dove si trovano le aree di emergenza più vicine a te dove recarti in caso di emergenza o di pericolo;

  • Prepara e tieni in casa una cassetta di pronto soccorso con i medicinali salvavita, delle torce elettriche e una radio a batteria, delle candele con un accendino o fiammiferi, carta e matita. Predisponi una piccola scorta di acqua in bottiglia e di alimenti non deperibili. Nella cassetta metti una fotocopia dei documenti di identità.

  • Prepara stivali per la pioggia, abiti e calze pesanti, ombrello, impermeabile leggero o cerata. Sono utili dei guanti da lavoro.

Cosa fare in caso di allerta?

  • Visita il portale di Protezione Civile del Comune di Cervia o il portale Allerte della Regione Emilia – Romagna per conoscere l'evoluzione delle condizioni meteorologiche;

  • Spostati per quanto possibile ai piani alti dell’abitazione. Non soggiornare e non dormire al piano terra, nei seminterrati e nei sotterranei. Aiuta bambini, anziani e disabili a raggiungere luoghi sicuri.

  • Esci di casa solo se è strettamente necessario. Scegli il percorso in modo da evitare zone allagabili. Avverti famigliari, parenti od amici dei tuoi spostamenti.

  • Valuta se, come e dove mettere al sicuro l’automobile o altri beni di valore. Non farlo se sta piovendo e se torrenti e fiumi sono in piena. Quando piove forte, non attraversare ponti su torrenti e fiumi in piena.

  • Proteggi con paratie o sacchi di sabbia i locali al piano terra. Chiudi le porte di cantine, seminterrati, sotterranei e garage.

Cosa fare quando l'alluvione è in corso e ti trovi in un luogo chiuso?

  • Accendi la radio o la TV, se puoi connettiti ad internet e visita il portale di Protezione Civile del Comune di Cervia o il portale Allerte della Regione Emilia – Romagna per conoscere l'evoluzione delle condizioni meteorologiche;.

  • Segui le indicazioni fornite dalle autorità (Sindaco, Presidente della Regione, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Forze dell’ordine).

  • Limita l’uso del telefono alle chiamate urgenti e di soccorso.

  • Non scendere in strada, nei seminterrati, in cantine o garage per prendere o mettere al sicuro beni e cose.

  • Se sei in un locale interrato, seminterrato o al piano terra, sali ai piani superiori. Non utilizzare ascensori, montacarichi o scale mobili: si possono bloccare per mancanza di energia elettrica. Se abiti al pian terreno, chiedi ospitalità ai vicini che abitano ai piani superiori.

  • Non bere l’acqua dal rubinetto: potrebbe essere contaminata.

  • Se la tua abitazione viene inondata dall’acqua avverti le autorità (i Vigili del Fuoco). Chiudi l’acqua, il gas e l’elettricità facendo molta attenzione e rimanendo sempre in condizioni di sicurezza. Non toccare o manipolare oggetti elettrici con mani e piedi bagnati: potresti rimanere folgorato.

  • Se senti rumori sordi, scricchiolii o boati, se noti il formarsi o l’allargarsi di fessure o crepe nei muri, nel pavimento, nel soffitto o nelle scale, se hai problemi ad aprire porte o finestre, avverti le autorità (i Vigili del Fuoco). Allontanati dalla casa, stai lontano dai torrenti e dai fiumi. Cerca di raggiungere posizioni elevate, o le aree di emergenza indicate in questa sezione.

Cosa fare quando l'alluvione è in corso e ti trovi in un luogo aperto?

  • Allontanati dalle aree allagate. Stai lontano dai torrenti, dai fiumi e dagli argini. Non attraversare i ponti. Cerca di raggiungere posizioni elevate, i piani alti di edifici sicuri o le aree di raccolta.

  • Non passare e non sostate nei sottopassi e in generale nelle zone più basse rispetto al territorio circostante: sono luoghi che si possono allagare molto rapidamente.

  • Se sei a piedi, in bicicletta, in moto o in auto procedi con grande attenzione. La velocità dell’acqua può facilmente far perdere l’equilibrio o l’aderenza delle ruote. Lungo le strade possono esserci buche, voragini, tombini aperti o altri ostacoli sommersi, e pertanto non visibili.

  • Evita l’uso dell’automobile e non provare a metterla in salvo: corri il rischio di rimanere bloccato dai detriti e di essere travolto dalla corrente. Pochi centimetri di acqua bastano per perdere il controllo dell’auto, e a spegnerne il motore.

Cosa fare quando l'alluvione è passata?

  • Prima di uscire di casa, dall’edificio o dal luogo sicuro in cui ti trovi ascolta le indicazioni fornite delle autorità, e comportati di conseguenza.

  • Segui le indicazioni fornite dalle autorità prima di intraprendere azioni di aiuto, quali ad esempio spalare il fango, svuotare l’acqua dalle cantine, rimuovere ostacoli o detriti, ecc.: ricorda che sono attività pericolose. Se decidi di farle, usa strumenti e protezioni adeguate.

  • Non entrare in cantine, interrati e seminterrati se vi è ancora una allerta, se piove ancora, o se esiste la possibilità di nuove inondazioni o allagamenti. La pulizia e la rimozione del fango può aspettare qualche ora.

  • Non passare e sostare in aree allagate, franate o coperte da fango o detriti: potrebbero nascondere voragini, buche, tombini aperti o altri ostacoli sommersi o coperti. L’acqua, il fango e i detriti potrebbero essere inquinati.

  • Presta attenzione nelle zone dove l’acqua si è ritirata: il fondo stradale potrebbe cedere a causa dell’attività erosiva delle acque.

  • Prima di riattivare gli impianti elettrici, dell’acqua, del gas o i sistemi di scarico, verifica che non siano danneggiati. Se necessario chiedi l’aiuto dei Vigili del Fuoco o di un tecnico.

  • Prima di bere l’acqua dal rubinetto accertarti che non siano state emanate ordinanze o avvisi che lo vietino o lo sconsiglino.

Utilizzando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Leggi tutto...

Fatal error: Uncaught exception Exception with message Query error: Duplicate entry 'd0e8d8d786181a7cf49f8a33c63a6893-30' for key 'checksum_pid' (UPDATE tl_search SET tstamp=1571626273, url='http://protezionecivile.comunecervia.it/rischi/idraulico.html', title='Rischio idraulico', protected='', filesize='34.71', groups=0, pid='30', language='it', text='Rischio idraulico Alluvione - Rischio Idraulico Cos\'è il rischio idraulico? Per rischio idraulico si intende la probabilità di subire conseguenze dannose a seguito dell’esondazione di un corso d’acqua. Tale fenomeno si può verificare generalmente secondo due modalità: - per tracimazione, quando gli argini del corso d’acqua non sono in grado di contenere l’onda di piena in arrivo; - per rottura arginale, quando si verifica un cedimento più o meno esteso del corpo arginale, in seguito al verificarsi di un evento di piena. Cosa fare quando il tempo è bello? Verifica se la zona dove vivi, lavori o vai a scuola è a rischio d’inondazione; Visita questa pagina per sapere dove si trovano le aree di emergenza più vicine a te dove recarti in caso di emergenza o di pericolo; Prepara e tieni in casa una cassetta di pronto soccorso con i medicinali salvavita, delle torce elettriche e una radio a batteria, delle candele con un accendino o fiammiferi, carta e matita. Predisponi una piccola scorta di acqua in bottiglia e di alimenti non deperibili. Nella cassetta metti una fotocopia dei documenti di identità. Prepara stivali per la pioggia, abiti e calze pesanti, ombrello, impermeabile leggero o cerata. Sono utili dei guanti da lavoro. Cosa fare in caso di allerta? Visita il portale di Protezione Civile del Comune di Cervia o il portale Allerte della Regione Emilia – Romagna per conoscere l\'evoluzione delle condizioni meteorologiche; Spostati per quanto possibile ai piani alti dell’abitazione. Non soggiornare e non dormire al piano terra, nei seminterrati e nei sotterranei. Aiuta bambini, anziani e disabili a raggiungere luoghi sicuri. Esci di casa solo se è strettamente necessario. Scegli il percorso in modo da evitare zone allagabili. Avverti famigliari, parenti od amici dei tuoi spostamenti. Valuta se, come e dove mettere al sicuro l’automobile o altri beni di valore. Non farlo se sta piovendo e se torrenti e fiumi sono in piena. Quando piove forte, non attraversare ponti su torrenti e fiumi in piena. Proteggi con paratie o sacchi di sabbia i locali al piano terra. Chiudi le porte di cantine, seminterrati, sotterranei e garage. Cosa fare quando l\'alluvione è in corso e ti trovi in un luogo chiuso? Accendi la radio o la TV, se puoi connettiti ad internet e visita il portale di Protezione Civile del Comune di Cervia o il portale Allerte della Regione Emilia – Romagna per conoscere l\'evoluzione delle condizioni meteorologiche;. Segui le indicazioni fornite dalle autorità (Sindaco, Presidente della Regione, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Forze dell’ordine). Limita l’uso del telefono alle chiamate urgenti e di soccorso. Non scendere in strada, nei seminterrati, in cantine o garage per prendere o mettere al sicuro beni e cose. Se sei in un locale interrato, seminterrato o al piano terra, sali ai piani superiori. Non utilizzare ascensori, montacarichi o scale mobili: si possono bloccare per mancanza di energia elettrica. Se abiti al pian terreno, chiedi ospitalità ai vicini che abitano ai piani superiori. Non bere l’acqua dal rubinetto: potrebbe essere contaminata. Se la tua abitazione viene inondata dall’acqua avverti le autorità (i Vigili del Fuoco). Chiudi l’acqua, il gas e l’elettricità facendo molta attenzione e rimanendo sempre in condizioni di sicurezza. Non toccare o manipolare oggetti elettrici con mani e piedi bagnati: potresti rimanere folgorato. Se senti rumori sordi, scricchiolii o boati, se noti il formarsi o l’allargarsi di fessure o crepe nei muri, nel pavimento, nel soffitto o nelle scale, se hai problemi ad aprire porte o finestre, avverti le autorità (i Vigili del Fuoco). Allontanati dalla casa, stai lontano dai torrenti e dai fiumi. Cerca di raggiungere posizioni elevate, o le aree di emergenza indicate in questa sezione. Cosa fare quando l\'alluvione è in corso e ti trovi in un luogo aperto? Allontanati dalle aree allagate. Stai lontano dai torrenti, dai fiumi e dagli argini. Non attraversare i ponti. Cerca di raggiungere posizioni elevate, i piani alti di edifici sicuri o le aree di raccolta. Non passare e non sostate nei sottopassi e in generale nelle zone più basse rispetto al territorio circostante: sono luoghi che si possono allagare molto rapidamente. Se sei a piedi, in bicicletta, in moto o in auto procedi con grande attenzione. La velocità dell’acqua può facilmente far perdere l’equilibrio o l’aderenza delle ruote. Lungo le strade possono esserci buche, voragini, tombini aperti o altri ostacoli sommersi, e pertanto non visibili. Evita l’uso dell’automobile e non provare a metterla in salvo: corri il rischio di rimanere bloccato dai detriti e di essere travolto dalla corrente. Pochi centimetri di acqua bastano per perdere il controllo dell’auto, e a spegnerne il motore. Cosa fare quando l\'alluvione è passata? Prima di uscire di casa, dall’edificio o dal luogo sicuro in cui ti trovi ascolta le indicazioni fornite delle autorità, e comportati di conseguenza. Segui le indicazioni fornite dalle autorità prima di intraprendere azioni di aiuto, quali ad esempio spalare il fango, svuotare l’acqua dalle cantine, rimuovere ostacoli o detriti, ecc.: ricorda che sono attività pericolose. Se decidi di farle, usa strumenti e protezioni adeguate. Non entrare in cantine, interrati e seminterrati se vi è ancora una allerta, se piove ancora, o se esiste la possibilità di nuove inondazioni o allagamenti. La pulizia e la rimozione del fango può aspettare qualche ora. Non passare e sostare in aree allagate, franate o coperte da fango o detriti: potrebbero nascondere voragini, buche, tombini aperti o altri ostacoli sommersi o coperti. L’acqua, il fango e i detriti potrebbero essere inquinati. Presta attenzione nelle zone dove l’acqua si è ritirata: il fondo stradale potrebbe cedere a causa dell’attività erosiva delle acque. Prima di riattivare gli impianti elettrici, dell’acqua, del gas o i sistemi di scarico, verifica che non siano danneggiati. Se necessario chiedi l’aiuto dei Vigili del Fuoco o di un tecnico. Prima di bere l’acqua dal rubinetto accertarti che non siano state emanate ordinanze o avvisi che lo vietino o lo sconsiglino. scarica la scheda alluvione IO NON RISCHIO (1.3 MB) fonte IO NON RISCHIO visita il sito web Utilizzando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. OK Leggi tutto... , Download io_non_rischio_alluvione.pdf, Leggi tutto...', checksum='d0e8d8d786181a7cf49f8a33c63a6893' WHERE id='72') thrown in system/modules/core/library/Contao/Database/Statement.php on line 295
#0 system/modules/core/library/Contao/Database/Statement.php(264): Contao\Database\Statement->query()
#1 system/modules/core/library/Contao/Search.php(210): Contao\Database\Statement->execute('72')
#2 system/modules/core/classes/FrontendTemplate.php(330): Contao\Search::indexPage(Array)
#3 system/modules/core/classes/FrontendTemplate.php(124): Contao\FrontendTemplate->addToSearchIndex()
#4 system/modules/core/pages/PageRegular.php(190): Contao\FrontendTemplate->output(true)
#5 system/modules/core/controllers/FrontendIndex.php(285): Contao\PageRegular->generate(Object(Contao\PageModel), true)
#6 index.php(20): Contao\FrontendIndex->run()
#7 {main}